lunedì 23 novembre 2015

FESTA DI TUTTI I SANTI DELL'ORDINE SERAFICO Calendario Liturgico Francescano, 29 novembre


29 NOVEMBRE

TUTTI I SANTI DELL'ORDINE SERAFICO

Nel giorno anniversario dell'approvazione della regola francescana da parte di Onorio lll, il 29 novembre 1223, I'Ordine Francescano si raccoglie in preghiera e festa contemplare il grandioso albero della santità sorto dalla fedeltà a quel piccolo libro, che Francesco diceva di avere ricevuto da Gesù medesimo e che era il "Midollo del Vangelo".
Questo era appunto il progetto di vita e il carisma di Francesco: far rivivere nella Chiesa integralmente il Vangelo che è quanto dire rappresentare davanti agli uomi singolarmente e comunitariamente la vita di Cristo in tutte le sue dimensioni: dalla povertà allo zelo delle anime, dall'annunzio del Vangelo al sacrificio sulla croce, per essere, secondo I'invito di Cristo, luce nel mondo e sale della terra, strumento di salvezza per tutti gli uomini.
Chi può contare la schiera immensa dei Santi, Beati, Venerabili e Servi di Dio - se vogliamo servirci di questi termini canonici - o meglio ancora di tutti quei frati, suore, laici, senza nome e senza volto, che hanno vissuto la santità evangelica, che hanno fa to della regola francescana la passione di tutta la loro vita?


albero della santità francescana






È un immenso capitale santità, di amore, spesso sconosciuto, più spesso trascurato, a volte persino disprezzato dal mondo. Al bene si bada poco, eppure è questa storia in apparenza anonima e in realtà con scritto il nome ed il volto di Cristo, che impedisce al mondo di cadere nella disperazione, che feconda tutte ld attività della Chiesa.
San Francesco disse un giorno ai suoi frati, pieno di gioia: "Carissimi, confortate e rallegratevi nel Signore; non vi rattristi il fatto di essere pochi; non vi spaventi la mia e la vostra semplicità, perchè, come mi ha rivelato il Signore, egli ci renderà una innumerevole moltitudine e ci propagherà sino ai confini del mondo. Ho visto una grande quantità di uomini venire a noi, desiderosi di vivere con I'abito della santa religione e secondo la regola del nostro beato ordine. Risuona ancora nel mio orecchio il rumore del loro andare e venire conforme al comando della santa obbedienza! Ho visto le strade affollate da loro, provenienti da tutte le nazíoni: accorrono francesi, spagnoli,tedeschi, inglesi sopraggiunge la folla di altre varie lingue". Ascoltando queste parole una santa gioia si impadroni dei frati, per la grazia che lddio concedeva al suo Santo.

ll prodigioso albero della santità francescana dimostra una volta di più la vitalità genuinità evangelica del messaggio francescano. Questa festa è perciò un invito ed un stimolo a rendere a Dio I'Amore che ci ha donato in Cristo, vivendo, nella povertà e nelI'umiltà, una vita veramente fraterna, perchè il mondo creda, attraverso questo amore realizzato, che il Padre ama e vuole tutti gli uomini salvi nella sua casa.

O Dio onnipotente, che ti sei degnato di dare maggior luce alla tua Chiesa con mirabile e svariata fioritura di santità serafica, concedi a noi di imitare gli esempi di tanti gloriosi confratelli e di conseguire nei cieli la corona riservata ai giusti. Per Cristo nostroSignore. Amen.

fonte: Giuliano Ferrini, Un santo al giorno, Ed. Francescane Convento Osservanza, Cesena, 1995.