mercoledì 9 marzo 2016

NEWS 12




FEBBRAIO

1 FEBBRAIO - FESTA DI SANTA VERDIANA
A CASTELFIORENTINO

Apriamo la Newsletter di Febbraio con la festa di S. Verdiana della quale è stata aggiornata la scheda biografica nel Calendario.
La pagina si chiude con la proposta di un filmato sulla vita della santa, realizzato dai ragazzi della parrocchia di Santa Verdiana d Castelfiorentino, segno di quanto sia viva il culto ancor oggi nella cittadina toscana.
Se, infatti,  il Martirologio Francescano, la ricorda tra le beate del Terz'Ordine (se lo fosse o meno anche di questo abbiamo accennato), per i cittadini di Castelfiorentino è inequivocabilmente Santa, la loro "santa patrona" !

Anche quest'anno si è svolta in Castelfiorentino la tradizionale festa, fatta di Fiera e Riti sacri. Nella foto a destra, la cartolina postale con annullo speciale della 29ma Mostra filatelica svoltasi in occasione della Celebrazione in onore di Santa Verdiana 2016.
Noi l'abbiamo festeggiata pubblicando un articolo di Leòn De Clary, tratto dalla celebre collana "Aureola francescana" e l'abbiamo illustrato con le formelle di un tabernacolo interamente decorato dai bambini della scuola primaria di Castelfiorentino.

Illustrato dal Tabernacolo realizzato dai bambini della scuola primaria di Castelfiorentino

________________________________________________________

1 febbraio - Duomo di Milano
MEMORIA DEL BEATO ANDREA CARLO FERRARI

La tomba del beato vescovo ambrosiano è nel duomo di Milano



Se il martirologio romano celebra la memoria del Beato Andrea Carlo Ferrari il 2 febbraio, la Chiesa Ambrosiana lo ricorda il 1° febbraio.  Orari: È sospesa la celebrazione delle ore 8.30; alle ore 17.30 Eucaristia capitolare.




 


 

videoVisioni


Il ritratto biografico del Beato Andrea Carlo Ferrari è stato arricchito con la pubblicazione di un video con le parole di Carlo Maria Martini in ricordo del suo precedessore il Cardinal Ferrari, pronunciate nel Duomo di Milano, nell'anniversario della morte del 2 febbraio 1982.

________________________________________________________

7 febbraio, il Calendario liturgico francescano ricorda Santa Colette (Nicoletta) terziaria francescana e poi clarissa riformatrice francese del '400. 

 
Per il Calendario Romano
la festa di S. Colette
è il 6 marzo
Ad Assisi, domenica 7 febbraio
CON LE CLARISSE DI SANTA COLETTE

Assisi - In occasione della ormai prossima festa di Santa Colette, le Sorelle Clarisse del Monastero Santa Colette di Assisi (Borgo San Pietro, 3 – Tel. 075.812345) invitano quanti amano la santa e quanti desiderano conoscerla meglio, a partecipare all’Eucaristia festiva presieduta dal vescovo di Assisi-Nocera Umbra-Gualdo Tadino, Monsignor Domenico Sorrentino, che si terrà domenica 7 febbraio 2016 alle ore 11 nella cappella del monastero. Durante la celebrazione, in questa 38° GIORNATA PER LA VITA, una preghiera speciale sarà rivolta a Santa Colette per le mamme in dolce attesa e per quelle che desiderano avere un bambino. Dopo la Santa Messa seguirà un momento di fraternità. (AssisiOfm)


Nel video le clarisse francesi di Assisi lodano il Signore con il nuovo inno per la festa di Santa Colette composto per il monastero da Fra David (En-Calcat) e da Ph. Robert.





PROFILO BIOGRAFICO DI SANTA COLETTE

_________________________________________________________________________


Roma 7 febbraio -
Basilica di S. Lorenzo f.m.
MESSA SOLENNE PER IL BEATO PIO IX
Il marchigiano Papa Mastai Ferretti è entrato nell'Ofs a Roma
nel 1821, a 29 anni, nel Convento di S. Bonaventura al Palatino


Papa Benedetto prega il Beato francescano Pio IX,
sepolto presso i cappuccini a San Lorenzo (ottobre 2008)


PROFILO BIOGRAFICO DEL BEATO PIO IX
La Postulazione della Causa e della Diocesi di Senigallia, invita alla solenne concelebrazione eucaristica che il 7 febbraio 2016 prossimo sarà presieduta da Mons. Giovanni Tonucci Arcivescovo Prelato di Loreto, alla Basilica di San Lorenzo Fuori le Mura in Roma, ore 16,30.

Concelebrano Mons. Carlo Liberati Postulatore della Causa di Canonizzazione del Beato Pio IX Papa, e Mons. Francesco Manenti Vescovo di Senigallia.





___________________________________________________________  festa di frate Jacopa
8 febbraio




_________________________________________________________________  San Valentino
14 febbraio


PROFILO BIOGRAFICO DI LOUIS
E ZELIA MARTIN FRANCESCANA SECOLARE


SPECIALE CANONIZZAZIONE
15 OTTOBRE SCORSO
_________________________________________________________________________



Roma 17 febbraio - Chiesa di S. Salvatore in Onda
Nell'anniversario della salita al cielo
ULTIMA MESSA PER ELISABETTA SANNA DA VENERABILE
A settembre in Sardegna la beatificazione.

Gioia, orgoglio e grande responsabilità sono state espresse dall'OFS della Sardegna.
Il Calendario è presente alle celebrazioni della novella beata a Roma, presso la sua tomba nella chiesa di San Salvatore in Onda.


Il 17 febbraio prossimo, prima Messa in ricorrenza della sua salita al cielo, dopo l'annuncio che verrà beatificata il prossimo settembre. A Roma, nella chiesa di S. Salvatore in Onda, dove riposano le spogle mortali, l'appuntamento è per le ore 18,30.


"Gioia, orgoglio e grande responsabilità", con questi sentimenti inizia il comunicato dell'OFS della Sardegna alla notizia che il prossimo settembre che la Ven. Elisabetta Sanna, francescana secolare di Codrongianos (Sassari) il prossimo settembre verrà elevata agli onori degli altari. E continua:  "Questi i sentimenti che esprime l'Ordine Francescano Secolare della Sardegna all'indomani del definitivo passo in avanti verso la Beatificazione di Elisabetta Sanna, terziaria francescana.  "Da sardi e da francescani secolari - spiega il ministro regionale dell'OFS, Luca Piras - siamo felici che giunga un tale riconoscimento nei confronti di una nostra consorella della Sardegna. In questa bella notizia c'è anche una grossa responsabilità che riguarda direttamente la nostra vocazione. Come francescani secolari – afferma il ministro regionale - siamo chiamati a metterci in discussione e prendere davvero consapevolezza che nella fraternità si può diventare santi, cioè si può essere riferimento per condurre a Gesù”.
Elisabetta Sanna, laica e sposa, dopo la morte del marito si decise per un pellegrinaggio in Terra Santa, ma per vie traverse dal porto di Genova non salperà mai, giungendo invece a Roma da dove salirà al cielo, laciando su questa terra un fragrante odore di santità. Nonostante le sue malformazioni - era, si direbbe oggi, una handycappata o diversamente abile - portò avanti la famiglia e a Roma si distinse per una vita di intensa carità e preghiera. Il terziario francescano San Vincenzo Pallotti, che fu profetico antesignano del lungo processo di rivalutazione del ruolo dei laici nella Chiesa, la prese con se per la fondazione dell'Unione dell'Apostolato Cattolico.

.... continua -   INFO   -




dossier

  • SERVI DI DIO DELL'OFS d'INDIA
A pochi giorni dalla notizia accolta con grande favore dai fedeli dell'approvazione a livello diocesano dell'avvio del riconoscimento delle martirio delle vittime delle violenze anticristiane dell'agosto 2008 nello stato di Orissa, è uscito in India un rapporto aggiornato sui fenomeni persecutorio che hanno come vittime battezzati.
Il Catholic Secular Forum ha coordinato un indagine pubblicata su India Christian Persecution che censisce oltre 200 episodi di violenza registrati nel 2015. Delle circa 8.000 vittime complessive, tra cui - secondo il Rapporto distribuito dall'agenzia Fides - responsabili della violenza settaria perlopiù sono formazioni estremiste che promuovono l'ideologia dell'Hinduttva ("induità"). Una ideologia fatta propria soprattutto da movimenti politici e sociali che vorrebbero un'Idia per soli Indù.
Legando insieme, in sintesi, appartenenza religiosa, territorio, nazionalismo e riconoscimento di piena identità e diritti al rientro in un'unica grande matrice induista da parte di chi ne è uscito nei secoli convertendosi a altre fedi e, in particolare a cristianesimo e islam considerate straniere, inconciliabili e dedite al proselitismo. Lasciando loro come alternativa l'uscita dal Paese.
In questa strategia rientrano le iniziative di diffamazione e le intimidazioni, quando non vere e proprie violenze, ma anche le campagne di riconversione in atto.

Non potevamo fare a meno di ricordare questa realtà, questi cristiani perseguitati per la loro fede, prima di presentare il dossier dedicato ai tre fratelli dell'OFS d'India, dei quali è in corso la causa di beatificazione. E invitare tutti alla preghiera per un futuro di pace per il popolo indiano, di riconciliazione e giustizia tra etnie, ceti sociali e religioni di quest'antica e nobile terra.


DOSSIER

Il dossier servi di Dio dell'OFS d'India è preceduto da una scheda desunta dal sito nazionale dell'OFS d'India, tradotta da Maria Rosaria Cavuoti. I profili biografici sono stati tradotti dal sito istituzionale, integrato da altre fonti documentarie a cura di  Carla Pasquini, Maria Rosaria Cavuoti e Marco Stocchi.

_________________________________________________________________________


  • T.O.R. Terz'Ordine Regolare
    19 febbraio - Festa di S. Corrado Confalonieri
    V Centenario dell'Indulto di beatificazione

Roma - 13 febbraio - Chiesa di S. Maria Odigidria / 1
LA DIOCESI E CITTA' DI NOTO DONANO UNA TELA
PER LA NUOVA CAPPELLA DI S. CORRADO CONFALONIERI
 NELLA CHIESA S. MARIA ODIGIDRIA DI ROMA
a conclusione del V Centenario dell'Indulto di beatificazione


San Corrado Confalonieri è Compatrono della Diocesi di Noto e Patrono della città. In occasione del V Centenario dell'indulto di beatificazione del santo piacentino, che visse da eremita a Noto, il Vescovo Mons. Antonio Staglianò assieme al Sindaco della Città, alla presenza del Cardinale Titolare Paolo Romeo e del Dott. Andrea De Marchi dedicherà la cappella a San Corrado nella chiesa di S. Maria Odigidria in via del Tritone a Roma e benedirà una pala raffigurante San Corrado mentre implora la protezione della Madonna, dono della Città di Noto all’Arciconfraternita. Autore è Franco Coppa. L’artista si è ispirato alla celebre opera di Sebastiano Conca, del XVIII secolo che si trova all’Eremo di San Corrado di Fuori.
Il programma della cerimonia del 13 febbraio 2016 ore 16.30 si aprirà con l’accoglienza delle Autorità e dei Pellegrini provenienti da Noto in occasione delle celebrazioni del V Centenario della Beatificazione di San Corrado, dei Netini di Roma e delle Associazioni dei Siciliani. Seguirà il Rito di benedizione del quadro di San Corrado e la consegna della Reliquia e del quadro all’Arciconfraternita. Alle 17,30 Solenne Celebrazione Eucaristica.

Fonte:  Cronaca Oggi Quotidiano
Programma vedi : maggiori informazioni


Roma  - Chiesa di S. Maria Odigidria / 2
SCOPERTE DUE LUNETTE AFFRESCATE
CON EPISODI DELLA VITA DI SAN CARLO CONFALONIERI
si ritiene che risalgono alla prima metà del Seicento.

Nel corso dei lavori di restauro conservativo, eseguiti da Sectilia Spazio Arte S.R.L., nella Chiesa di S. Maria Odigidria, a Roma, sono venuti alla luce nelle lunette della cappella vicina all’ambone due affreschi con episodi della vita di San Corrado Confalonieri.
A questo proposito, il Primicerio dell'Arciconfraternita “S.Maria Odigitria dei Siciliani", ha dichiarato ai sodali: "Desidero ancora condividere con voi la gioia per gli affreschi degli episodi della vita di San Corrado Confalonieri della prima metà del ‘600, portati alla luce dalle restauratrici Paola Marra e Concetta Musti, durante i lavori di restauro conservativo delle cappelle, coordinati dall’Arch. Giorgio Della Longa, sotto la supervisione del Dr. Andrea De Marchi, direttore scientifico del laboratorio di restauro della Galleria Nazionale di arte antica di Palazzo Barberini e Ispettore per la Soprintendenza speciale per il Polo Museale della città di Roma". Il Dott. Andrea De Marchi della Soprintendenza di Roma ritiene che risalgono alla prima metà del Seicento.





da nobile guelfo di Piacenza, amante della caccia
a penitente pellegrino ed eremita a Noto

SAN CORRADO CONFALONIERI

     La sua via alla santità comincia con un incendio doloso. Il giovane Corrado nobile piacentino e uomo d'arme, durante una battuta di caccia s'infuria perché non si prende nulla: le prede sembrano svanite. Per stanarle, fa incendiare cespugli e piante, e il fuoco investe poi tutto quanto, distrugge le coltivazioni, carbonizza le case ...
                                    ...  per ironia della sorte che San Corrado è ricordato come il patrono dei cacciatori e spesso viene invocato per ottenere una buona caccia.

Ma qual è la storia per molti versi avvincente di San Corrado, il nobile guelfo di Calendasco malvisto dai suoi per i guoi che aveva combinato e che terminò i suoi giorni su questa terra eremita in una grotta della Sicilia, acclamato santo a furor di popolo?




21 febbario - Festa a Cortona per Santa Margherita
SANTA MARGHERITA DA CORTONA LUCE DELL'O.F.S.
come San Francesco fu la "prima luce" per i Frati minori
e Santa Chiara la "seconda" per il II Ordine,
Margherita è stata una luce per il Terz'Ordine.



Mistica, ma anche donna di azione, questa santa rappresenta uno dei momenti più alti della spiritualità francescana: "sulla scia del poverello di Assisi,  individua nell'adesione al dolore dell'uomo la fonte stessa della vera vita. E' sintomatico che abbia scelto non la strada della clausura, ma quella del Terz'Ordine: lei resta nel mondo, nella città per recuperarne alla fede la complessa realtà. Per la grande famiglia francescana Margherita rappresenta - come confidatole da Cristo stesso - la "terza luce", così come S. Francesco fu la "prima luce" per i frati minori e Chiara la "seconda luce" per le clarisse.

Le feste per l’anno 2016 sono lunedì 22 Febbraio la festa liturgica e il 1 Maggio la festa popolare con la sfilata storica. Lunedì 22 Febbraio:
  • ore 07,00 S. Messa Fra Mauro Niquoziani; ore 08,00 S. Messa presiede Fra Alessandro Martellii, animatore dela Pastorale giovanile della provincia toscana di San Francesco; ore 09,30 S. Messa presiede Fra Guido Fineschi ministro provinciale frati minori di Toscana; 
  • ore 11,00 S. Messa Pontificale presiede Mons. Riccardo Fontana Vescovo di Arezzo-Cortona-Sansepolcro anima la Corale Zefferini, sono invitati tutti i sacerdoti a concelebrare con il Vescovo.
  • ore 16,00 S. Messa presiede Mons Italo Castellani Arcivescovo di Lucca anima la Corale S. Cecilia; ore 17,30 S. Messa per Bambini, ragazzi e Famiglie con benedizione alle donne in gravidanza anima la Gifra Fra Stefano Giorgetti rettore; ore 19,00 S. Messa Don Simone parroco di Cortona.

    Al termine di ogni Messa la gifra i frati e le suore, nei locali del convento, presentano una mostra itinerario su Santa Margherita che racconta la storia attraverso ex voti,oggetti appartenuti alla Santa e filmati ( possibile da visitare solo con la guida).
Domenica 22 febbraio si tiene la festa popolare con la sfilata storica.

_________________________________________________________________________